GIORNALISMO · ATTUALITÀ · STORIA
Seguimi sui social:
Foto realizzata da Giampaolo Pauselli
Biografia
Biografia
GIANNI SCIPIONE ROSSI

E noi cantavamo tranquilli

le solite cose sgomente

di giorni perduti per sempre

di miti, di donne, di niente.

Luciano Cirri

Foto di Giampaolo Pauselli

Scipione ROSSI (detto Gianni Scipione ROSSI) è nato a Viterbo il 9 novembre 1953, da Stefano, ufficiale dei Granatieri di Sardegna, e da Emilia Petroselli. Legato da grande affetto alla città natale, romano d’adozione, rifugge dalla retorica delle Piccole Patrie e considera una ricchezza avere anche origini toscane, venete, campane e marchigiane. Ha un figlio, Leonardo.
Con base a Roma, segue negli anni la famiglia a Parma, Bergamo, Civitavecchia, Santa Marinella, Asti, Trieste, nelle peregrinazioni tipiche degli ufficiali di carriera.

Nel 1972, dopo la maturità nel Liceo Scientifico Statale Amedeo Avogadro di Roma, si iscrive alla facoltà di Scienze Politiche della Sapienza. Tra il 1968 e i primi anni Settanta milita nel liberale Movimento Studentesco Democratico e, poi, nell’organizzazione giovanile del Msi.

Nel 1973 frequenta il 72° corso AUC nella Scuola di Fanteria di Cesano di Roma.

Nel 1974, sottotenente di complemento di prima nomina, comanda il Plotone pionieri nel 151° Rgt. di Fanteria Sassari, di stanza a Trieste.

Nel 1975 riprende gli studi universitari e si avvicina al giornalismo, dopo le esperienze nella stampa politico-studentesca.

Dal 1975 alla metà degli anni Ottanta collabora con l’Ente di promozione Centro Nazionale Sportivo Fiamma. Ne cura l’ufficio stampa e il mensile di politica e cultura dello sport Primato.

Nel 1976 collabora con l’emittente televisiva romana Antenna 4, diretta da Virginio Rotondi s.J. e Gualberto Giachi s.J.

Nel 1978 entra nella redazione del settimanale OP-Osservatore Politico, esperienza editoriale chiusa tragicamente con l’omicidio del direttore ed editore Mino Pecorelli, il 20 marzo 1979.

Nel 1979 si laurea in Scienze Politiche nella Sapienza con Carlo Vallauri e Sandro Setta, discutendo una tesi in Storia dei partiti e dei movimenti politici.

Nel 1979 si iscrive all’Ordine dei Giornalisti del Lazio, elenco pubblicisti. Nel 1984 è giornalista professionista.

Nel 1980 entra nella redazione del Secolo d’Italia, diretto da Nino Tripodi. Lo lascia nel 1988, quando è capo del servizio politico.

Nel 1988 entra al Giornale d’Italia, diretto da Luigi D’Amato, come capo servizio interni-esteri.

Nel 1989-1991 è caporedattore responsabile della Redazione Romana della catena di quotidiani locali del gruppo Italfin80.

Nel 1991-1992 è editorialista del quotidiano Roma, diretto da Domenico Mennitti.

Nel 1992 dirige il bimestrale di cultura Partecipare, edito dall’Istituto di Studi Corporativi, con il quale collabora dal 1986, come capo redattore del suo bimestrale Rivista di Studi Corporativi.

Entra in Rai nel gennaio del 1992, come redattore del Gr3, diretto da Antonio Ciampaglia e Corrado Guerzoni. Lavora nelle redazioni Cronaca e Speciali. È inviato in Italia e all’estero. Conduce i notiziari e la rubrica settimanale Tiro incrociato.

Nel 1994, con l’unificazione dei giornali radio sotto la direzione di Livio Zanetti – contro la quale si è battuto in sede sindacale – passa al Gr2 del mattino, che conduce.

Nel 1995 è prima caposervizio e poi vicecaporedattore del Gr2 del mattino, con la direzione di Claudio Angelini.

Nel 1997 è caporedattore del Gr2 del mattino, con la direzione di Paolo Ruffini.

Nel 1999 è vicedirettore della Testata Tribune, Accesso e Servizi Parlamentari (Tasp) diretta da Angela Buttiglione, su proposta del direttore generale Pier Luigi Celli. Cura i settimanali Settegiorni al Parlamento, Giorni d’Europa, Viaggi di Giorni d’Europa.

Dal 2002 è responsabile delle trasmissioni istituzionali della Tasp, cura e conduce le Tribune politiche ed elettorali.

Nel 2003 crea e conduce la rubrica televisiva Le pagine della politica, l’unica in Rai specializzata in politica e storia politica.

Dal 2003 al 2006 è membro del Comitato per la comunicazione ambientale del Ministero dell’Ambiente, chiamato dal ministro Altero Matteoli.

Dal 2003 al 2010 è editorialista del quotidiano Il Giornale dell’Umbria.

Nel 2007 è direttore ad interim di Rai Parlamento, incaricato dal direttore generale Claudio Cappon, dopo le dimissioni di Clemente J. Mimun, che ha cambiato nome alla Testata.

Nel 2009 è componente la Commissione esaminatrice della quinta edizione del “Premio Ilaria Alpi e Maria Grazia Cutuli”, istituito dalla Camera dei Deputati.

Nel 2010 è ancora direttore ad interim di Rai Parlamento, incaricato dal direttore generale Mauro Masi, dopo le dimissioni di Giuliana Del Bufalo.

Nel 2011, il 17 marzo, conduce dalla Camera la diretta televisiva della cerimonia per il 150esimo anniversario dell’Unita’ d’Italia.

Nel 2011-2016 è direttore di Rai Parlamento, su proposta del direttore generale Lorenza Lei. Conduce le Tribune, gli Speciali e il settimanale Settegiorni. Realizza la digitalizzazione della produzione informativa. Guida la Testata fino al 31 agosto 2016.

Nel 2013-2014 è anche direttore ad interim di Rai Gr Parlamento, incaricato dal direttore generale Luigi Gubitosi, nel quadro di un progetto di unificazione dell’informazione parlamentare radiotelevisiva, poi abbandonato dall’Azienda.

Nel 2016-2017 è incaricato di un progetto di riforma delle sedi estere della Rai, nel quadro della Direzione editoriale guidata da Carlo Verdelli.

Nel 2018-2020 è direttore del Centro Italiano di Studi Superiori per la Formazione e l’Aggiornamento in Giornalismo Radiotelevisivo, con sede a Perugia, indicato dall’amministratore delegato della Rai Fabrizio Salini. Nel 2020 è anche direttore ad interim della sua Scuola di giornalismo.

Lascia la Rai nel novembre del 2020 per raggiunti limiti di età.

Dal dicembre 2020 è docente di giornalismo radiofonico nella Scuola di giornalismo di Perugia e collabora con il Centro di Documentazione Giornalistica di Roma.

——————-

Della rubrica Le pagine della politica sono andate in onda 432 puntate, tra il 2003 e il 2016, con la consulenza di Cristina Baldassini.

Della rubrica sono stati ospiti, taluni più volte, e li ringrazio:

S. Acquaviva, F. Adornato, A. Agosti, B. Alfonzetti, K. F. Allam, M. Allam, P. Allotti, M. Almagisti, D. Antiseri, L. Ambrosi, F. Anghelone, R. Arditti, M. Avagliano, M. Baccini, B. Bagnato, S. Baldelli, A. Baldoni, R. Barneschi, F. Bartolini, P. Battista, G. Bedeschi, G. Belardelli, P. Bellucci, L. Benadusi, F. Benigno, S. Bentivegna, A. Benzoni, E. Berselli, G. Berta, A. Bianchi, R. Bifulco, R. Biorcio, C. Boccetti, S. Bondi, S. Bonfiglio, C. Bonifazi, D. Breschi, G. Buonomo, G. Burtone, M. Cacciotto, M. Calise, V. Calzolaio, A. Camaiora, M. Campanini, A. Campi, D. Campus, A. Cangini, E. Capozzi, A. Capurso, V. Capperucci, V. Cardinali, S. Caretti, A. Carrattieri, R. Cartocci, A. Caruso, G. Casale, M. Casalini, F. Cassano, F. Casson, M. Cattaruzza, P. Cavallari, M. E. Cavallaro, G. Cazzola, C. Ceccuti, G. M. Ceci, L. Ceccarini, J. Cellai, D. Ceschin, S. Chiamparino, R. Chiarini, V. Chiti, D. Cofrancesco, S. Colarizi, L. Compagna, F. Condari, M. Consonni, P. Corbetta, G. Crainz, P. Craveri, M. Damiani, M. Damilano, C. Dau Novelli, M. De Angelis, F. Debenedetti, B. De Giovanni, M. De Leonardis, P. De Luca, S. De Luca, L. De Marchi, G. De Michelis, G. Della Zuanna, F. Delzio, G. Dessi’, D. Di Cesare, M. Di Figlia, R. Di Peri, G. Di Taranto, S. Dambruoso, M. Donno, D. Farese, G. Fasanella, P. Fassino, S. Ferrante, D. Fertilio, U. Finetti, G. Fini, F. Finotti, D. Fisichella, R. Foa, S. Folli, F. Fornaro, M. Forno, M. Franco, P. Frascani, A. Frigerio, P. Gabrielli, A. Galdo, C. Galli, E. Galli della Loggia, S. Gallo, W. Gambetta, A. Garnero, A. Gaspari, M. Gasparri, M. Genga, G. Gerbino, M. Gervasoni, P. Ghedda, A. Ghirelli, A. Giovagnoli, B. Grieco, P. Grilli di Cortona, A. Guiso, G. B. Guerri, G. Grasso, P. Ignazi, R. Iannuzzi, U. Intini, G. Israel, S. Labia, A. Landolfi, L. Lanna, M. Latella, S. Lesti, A. Levico, S. Levis Sullam, V. Lippolis, C. M. Lomartire, F. Longo, M. Lupi, N. Lupo, S. Lupo, E. Macaluso, T. Maiolo, P. Mancini, L. Manconi, P. Mantini, M. Marazziti, M. Marcantoni, G. Marchetti Tricamo, E. Marcucci, D. Marghesini, C. Margiotta, I. Marino, A. Mariuzzo, A. Martino, A. Marzano, A. Matteoli, M. Mazzoni, G. Mazzuca, M. Mellini, G. Melis, G. Meloni, D. Mennitti, M. Meriggi, G. Merlo, V. Meschesi, P. Messa, M. Mondini, G. Moro, C. Moroni, M. Movarelli, M. Nacci, D. Nania, R. Napoletano, M. Nava, P. Neglie, A. Negrin, S. Neri Serneri, G. Nicolosi, F. Nicolucci, F. Nirenstein, E. Novelli, G. Oliva, F. Orazi, M. Orioles, G. Orsina, A. Orsini, E. Ottolenghi, L. Pace, V. Paglia, D. Palano, L. Palazzolo, G. Panvini, G. Pardini, G. Parlato, A. Passaro, C. Patrignani, V. Pepe, G. Pennacchi, F. Perfetti, N. Picchio, P. Pillitteri, T. Piffer, M. Pini, V. Pinto, F. Pira, M. S. Piretti, P. Pisicchio, S. Pivato, M. Prospero, A. Polito, P. Pombeni, A. Possieri, S. Provvisionato, L. Pupilli, G. Quagliariello, P. Raggi, F. Raniolo, A. Rapini, A. Rapisarda, E. Realacci, M. Renzi, M. Revelli, A. G. Ricci, M. Ridolfi, M. Rizzo, S. Rizzo, F. Robbe, E. Roccella, S. Rolando, A. Romano, A. Rosina, G. E. Rusconi, F. Rutelli, G. Sabbatucci, S. Salvatici, G. Samarani, G. Sangiuliano, S. Sarti, A. Schiavone, M. Sechi, P. Sensini, L. Settimelli, G. Sangiorgi, C. Sardo, D. Saresella, V. Satta, S. Sbai, G. Scroccu, P. Segatti, M. Serio, M. Serri, F. Servello, A. Signore, A. Simoni, V. Spini, A. Spiri, P. Soddu, S. Solinas, E. Somaini, A. Soro, A. Stramaccioni, M. Tarchi, G. Tassani, M. Teodori, A. Terranova, M. Tolomelli, S. Tomassini, A. Tonelli, G. Tosatti, M. Toscano, N. Tranfaglia, S. Travaglia, P. Trifone, L. Turco, R. Turi, A. Ungari, C. Uva, C. Vaccari, M. Valensise, C. Vallauri, G. E. Valori, G. Vecchi, V. Vecellio, M. Veneziani, A. Ventrone, S. Ventura, E. Versace, L. Verzichelli, B. Vespa, L. Volonte’, S. Zampa, L. Zanatta, P. Zanini, V. Zaslavsky.

https://www.gianniscipionerossi.it/wp-content/uploads/2022/05/image0.jpeg

Riconoscimenti

  • 2016
    È insignito, motu proprio del Presidente della Repubblica, dell’onorificenza di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica
  • 2006
    Premio Luciano Cirri per la saggistica, per Mussolini e il diplomatico
  • 2004
    Menzione speciale della Giuria nel Premio internazionale di saggistica Salvatore Valitutti, per La destra e gli ebrei
  • 2002
    Premio Il Delfino Mar di Levante, per L’Islam e noi
  • 1988
    Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per Una scommessa per l’Europa
  • 1984
    Premio Fuan per Atleti in camicia nera

Attività
associativa

Dal 2006 è consigliere di amministrazione della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice, con la quale collabora dagli anni Ottanta.

Dal 2008 è vicepresidente della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice, vicario dal 2021.

Dal 2021 è componente del Consiglio Direttivo dell’Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea.

È socio dell’Associazione di Amicizia Italia-Israele, sezione di Perugia.

È socio della Società Italiana di Storia Militare.

È stato socio della Fondazione Farefuturo.

È stato socio della Fondazione Caffeina.

È stato componente del Consiglio Direttivo dell’Istituto di Studi Corporativi.

È stato iscritto al Sindacato Libero Scrittori Italiani.

Impegnato nel sindacato dei giornalisti, è stato eletto membro di CdR, consigliere nazionale della Federazione Nazionale della Stampa, membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione Stampa Romana e del consiglio generale della Casagit.

È stato tra i fondatori in Rai, nel 1994, del “Gruppo dei Cento”. L’associazione creò poi il SingRai, Sindacato nazionale giornalisti Rai, del quale è stato vicesegretario.

È stato membro dell’Associazione Stampa Parlamentare (1999-2017).

https://www.gianniscipionerossi.it/wp-content/uploads/2022/05/IMG_0103.jpg

Collaborazioni giornalistiche

Nel corso degli anni ho collaborato come editorialista  con i quotidiani Roma e Il Giornale dell’Umbria.
Miei contributi sono apparsi, saltuariamente, su L’Indipendente, Il Giornale, Il Riformista, Libero, Linkiesta.

Collaboro con FattoreErre, il blog di Rubbettino Editore. https://blog.rubbettinoeditore.it/new_fattorerre/

Ho scritto sui periodici Proposta Nazionale, Italia Settimanale, Italian Life, Dissenso, Linea, Liberal, Pagine Libere, Atletica Leggera, Ideazione, L’Opinione, Rivista di Studi Corporativi, Cronache Parlamentari Siciliane, Nuovo Meridiano, Percorsi, Storia in rete, Charta Minuta, Storia e Problemi Contemporanei.

Ho diretto il mensile Primato, il bimestrale Partecipare e gli Annali della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice, trasformandoli in rivista semestrale. Alla fine degli anni Ottanta, a titolo di cortesia, sono stato anche direttore responsabile della emittente calabrese Radio Onda Verde News.

Televisione

2019 - Collaborazione al docu-film tv “Der Millionensassa – Das schillernde Leben des Finanzjongleurs Camillo Castiglioni”, di Georg Ransmayr, ORF2, Wien, Österreich.
https://www.gianniscipionerossi.it/wp-content/uploads/2022/05/image1.jpeg

Teatro

2019 – Tutto fu ambito e tutto fu tentato… d’Annunzio a Fiume, spettacolo a cura di Florian Matateatro Centro di Produzione Teatrale Pescara; Pescara, Aurum, 10 settembre 2019, consulenza scientifica.

2018 – Niente sarà più come prima. Immagini, musica e letture nel Centenario della Vittoria, a cura di Florian Matateatro Centro di Produzione Teatrale Pescara; Viterbo, Teatro Caffeina, 4 novembre 2018, consulenza scientifica e conduzione.

Gianni Scipione Rossi  Codice Fiscale: RSSSPN53S09M082R © Tutti i diritti sono riservati