GIORNALISMO · ATTUALITÀ · STORIA
Seguimi sui social:

Diabolik, sana nostalgia del fumettone

Gennaio 6, 20220

Ho aspettato a vederlo. Ho letto critiche negative e temevo una delusione. Ci tengo quindi a dirlo. Diabolik – Il Film dei Manetti è da vedere. È esattamente quello che doveva essere, cioè un fumettone. Non ricordo di aver visto il film del 1968. Ricordo però gli adorati fumetti. Dei fumetti delle geniali Giussani il film riproduce esattamente il clima, l’atmosfera, il ”sapore”, le ambientazioni – bellissime, negli interni e negli esterni, soprattutto Trieste -, i dialoghi volutamente lenti, da tempo di lettura, verrebbe da dire. Poteva essere Diabolik fatto come Spider-man – No Way Home? O come i Batman? Certo, investendo 2/300 milioni di euro si, con i 10 milioni a disposizione no. Comunque a me non sarebbe piaciuto. Quello dei Manetti è un prodotto “artigianale”, fatto con grande cura dei particolari ed evidente professionalità. Un fumettone doveva essere, non un’altra cosa. Gli effetti speciali avrebbero rovinato tutto. Aggiungo che Miriam Leone è una perfetta Eva Kant e Valerio Mastrandrea un ottimo ispettore Ginko. Luca Marinelli come Diabolik un po’ deludente, questo sì. Sembra che nel prossimo film non ci sarà. Comunque il prossimo andrò a vederlo a scatola chiusa. Quanto alla critica cinematografica, vale quel che penso per tutta la critica. Ce ne sono di elevatissime, da sempre, ma anche tante scritte per mettere quattro parole in fila. Bah…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Gianni Scipione Rossi  Codice Fiscale: RSSSPN53S09M082R © Tutti i diritti sono riservati